Lucidatoro multitesta

La macchina è realizzata in carpenteria pesante interamente zincata e trattata con vernici epossidiche. Il caricamento della macchina avviene orizzontalmente. La macchina è provvista di due smussi e sei/otto teste abrasive di cui una/due per il montaggio di mola diamantata piana e cinque/sei abrasivi a lucidare. I mandrini porta abrasivi da 130 mm sono indipendenti tra di loro e quindi azionati ognuno da pistoni pneumatici indipendenti. La rotazione delle mole e di tipo oleodinamico comandati da un unica centralina. La macchina può eseguire lavorazioni a toro su uno spessore massimo di 60 mm. Il nastro è guidato da cinghia sia sul piano in acciaio inox che sui rulli, permette uno scorrimento del materiale in modo regolare, con l'ausilio dei pressori, senza causare spostamenti anomali dei pezzi durante la lavorazione. Il nastro inoltre è movimentato da un moto-riduttore con la regolazione della velocità. Con la barra di sostegno è possibile effettuare la lavorazione sulla testa di pezzi lunghi. Il mandrino per la realizzazione del gocciolatoio può essere anche utilizzato come calibratore. La gestione della lavorazione è affidata ad un PLC che ha il controllo dell'uscita e degli ingressi delle teste abrasive in funzione della lunghezza del materiale, con l'esclusione delle singole teste dal ciclo automatico seconda del tipo di lavorazione da eseguire.